Minivocabolario: le variabili

le variabili
0
(0)

Sei nuovo della programmazione con Arduino?

In questa guida vedremo cosa sono le variabili e come funzionano nel linguaggio di Arduino.

Se incontri difficoltà scrivi un commento, risponderò al più presto!

Le variabili: cosa sono?

Le variabili non sono altro che un contenitore. Un contenitore che possiamo riempire come più ci piace, seguendo però le basiche regole della programmazione.

Se scrivo

int anni = 18;

significa che se uso la parola anni all’interno del mio programma verrà interpretata come se scrivessi il numero 18. A nostro piacimento possiamo compiere delle operazioni sulla variabile andando a modificarne il contenuto. Semplice no?

Vediamo un esempio

//Variabili 9minuti.it

int anni = 0;

void setup() {

  Serial.begin(9600);
}

void loop() {

  Serial.print("Anni incrementati: ");
  Serial.println(anni);

  anni = anni + 1;

  delay(1000);
}

1 – Dichiaro la variabile di tipo intero anni e la inizializzo a 0
7 – Riga necessaria per visualizzare a schermo i dati, più avanti vedremo di cosa si tratta.
12 – Stampa della stringa Anni incrementati:
13 – Stampa della variabile anni
15 – Incremento di la variabile anni 
17 – Ritardo di un secondo tra un ciclo del loop() e quello successivo

Ma attenzione, è possibile contenere nelle variabili anche delle lettere, delle parole, delle frasi!
Però, come nella vita vera, ogni cosa ha il proprio contenitore. Non ci sogneremmo mai di mettere le fragole nel cassetto e le calze in frigo, non è vero?
Se scrivo

float prezzoPanino = 4.5;

ho assegnato alla variabile prezzoPanino il numero reale 4,5.
Ho usato il tipo float perché non gli int non mi permettono di salvare numeri con la virgola.

int e float sono dei tipi.
Come abbiamo già detto per ogni cosa esiste il contenitore più appropriato.
Char, double, float, int, byte  sono i tipi di variabili più utilizzati ed ognuno ha caratteristiche diverse.

Lascio a voi il compito di approfondire i tipi.

Vi invito a lasciare un commento per dubbi o suggerimenti.

Se invece vuoi leggere qualcos’altro a proposito del linguaggio di programmazione di Arduino puoi consultare le altre guide del Minivocabolario.

Grazie,
Alessandro

Votalo e aiutami a migliorare!

Rating medio 0 / 5. Numero di voti 0

Nessun voto per il momento, vuoi essere il primo?

Clicca sul tuo social preferito.

Cosa ho sbagliato?

Hai qualche consiglio per migliorare la qualità?

Alessandro Oppo

Alessandro è un milanese che vorrebbe scappare da Milano, è appassionato di informatica ma vorrebbe vivere senza telefono, è un artigiano eppure vorrebbe robotizzare tutto, impara una cosa e già vorrebbe studiare dell’altro. Autodidatta da sempre, gli piace sbattere la testa finché tutto non funziona come vuole lui, spesso ci riesce anche! Il motto che si ripete dentro la testa è: “Se ci sono riusciti gli altri ci posso riuscire anche io”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.