Calcolare la subnet mask e gli indirizzi di sottorete

subnet mask e sottoreti 1024
subnet mask e sottoreti 1024
5
(3)

Molti sono gli strumenti online che ci permettono di calcolare gli indirizzi di sottorete in base alla scelta della subnet mask. Se lavoriamo in ambiente linux, inoltre, esiste un utilissimo comando di bash: ipcalc.

Tutto molto bello e utile, certo. Ma se ci chiedessero di calcolarlo manualmente magari non sapremmo neanche da dove iniziare!

Oggi vedremo in 5 semplici passi come calcolare la subnet mask e gli indirizzi di sottorete.

Prima di cominciare vorrei fare una precisazione sulla terminologia:

  • ottetto (8 bit = 1 byte)
  • gli indirizzi IPv4 sono composti da 4  ottetti per un totale di 32 bit o 4 byte

Supponiamo di voler suddividere la nostra rete, che ha come indirizzo 192.168.1.0, in 3 sottoreti. I passaggi che dobbiamo seguire sono:

Identificare il tipo di classe dell’indirizzo IP

Nel nostro esempio l’indirizzo di rete è di classe C e la subnet mask  è predefinita

ip

Come da convenzione per gli indirizzi di classe C i primi tre ottetti da sinistra sono dedicati alla network (N) mentre il quarto è dedicato agli host (H).

Inoltre è possibile imbattersi anche  in un altro tipo di notazione chiamata CIDR: 192.168.1.0/24, dove /24 sta ad indicare la subnet mask e tiene conto dei bit settati a 1; infatti, facendo la conversione da decimale a binario, essi risultano 24.

sub 1

Prendere in prestito i bit per la network

Torniamo a concentrarci sul nostro indirizzo di rete, in particolar modo sull’ottetto degli host.

bit host

Da quest’ultimo dovremo prendere alcuni bit in prestito da dedicare alla network. Abbiamo detto che vogliamo suddividere la nostra rete in 3 sottoreti, quindi usando le potenze in base 2 calcoliamo le possibili combinazioni.

potenze base due 1

Con 2 bit riusciamo a soddisfare la richiesta in quanto possiamo avere un massimo di 4 sottoreti. I bit che prenderemo in prestito per la parte network saranno quelli che hanno maggior peso, ovvero quelli di sinistra.

network host 2

Calcolare la subnet mask

Ora settiamo a 1 i bit che abbiamo preso in prestito e facciamo una conversione da binario a decimale.

calc subnet mask 1

128 + 64 = 192

La nostra subnet mask sarà quindi 255.255.255.192 oppure in notazione CIDR 192.168.1.0/26 (24 è quella predefinita più i 2 bit presi dagli host).

Calcolare il numero di host per ogni sottorete

Adesso con i bit che sono rimasti per gli host calcoliamo il numero di indirizzi per ogni sottorete con la formula 2bit host– 2, quindi nel nostro caso

26 – 2 = 62

Vi ricordo che bisogna sottrarre 2 perché è il numero di indirizzi cosiddetti speciali. Per ogni sottorete avremo  un indirizzo di rete e un indirizzo di broadcast come vedremo al punto successivo. Questa è una regola generale che vale per tutti gli indirizzi IP.

Calcolare gli indirizzi di sottorete e di broadcast

Ci siamo quasi, calcoliamo gli indirizzi di sottorete

2bit host = 26 = 64

partendo da zero sommiamo 64 fino ad arrivare al valore della subnet mask, nel nostro caso 192

0 + 64 = 64

64 + 64  = 128

128 + 64 = 192

considerando anche lo 0 i nostri risultati saranno 0, 64, 128 e 192

sottorete

Per calcolare gli indirizzi di broadcast usiamo i calcoli precedenti e sottraiamo uno.

(0 + 64) – 1 = 63

(64 + 64 ) – 1 = 127

(128 + 64) – 1 = 191

manca un ultimo indirizzo

(192 + 64) – 1 = 255 questo è il valore massimo che può assumere un ottetto (28 = 256 possibili combinazioni da 0 a 255)

i nostri risultati saranno 63, 127, 191 e 255

broadcast

Abbiamo finito!

Tabella riassuntiva

Ecco una piccola tabella che riassume tutto il lavoro

tabella riassuntiva

Se volete provare anche voi a esercitarvi e volete verificare al volo i vostri calcoli vi rimando al seguente link calcolatore di reti online, mentre qui potete trovare una relazione dove viene trattato anche il protocollo ARP.

Fatemi sapere cosa ne pensate nei commenti e se avete dubbi non esitate a chiedere!

A presto,

Gabriele

Votalo e aiutami a migliorare!

Rating medio 5 / 5. Numero di voti 3

Nessun voto per il momento, vuoi essere il primo?

Clicca sul tuo social preferito.

Cosa ho sbagliato?

Hai qualche consiglio per migliorare la qualità?

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.